| Registrati

MENU

CHIUDI

Persa la password? Registrati X

Oscar 2016: i dieci cortometraggi candidati

L’Academy ha comunicato la lista dei cortometraggi che potranno concorrere per gli Oscar 2016, che si terranno il 28 febbraio. Anche se dovremo aspettare il 14 gennaio per la selezione finale, questa lista di dieci candidati ci fornisce una prima idea di chi potrebbe aggiudicarsi la statuetta.

 

 

 

9812a9e8-36e1-4bf1-9efd-2ea42c1cb270

 

Troviamo la Pixar con Sanjay’s super team, diretto da Sanjay Patel, un corto in parte autobiografico che racconta l’arrivo negli Stati Uniti di una famiglia indiana. Il piccolo Sanjay ha una grande passione per fumetti e cartoni animati, così grande da mescolare i suoi eroi con le divinità hindu.

 

 

Ed ecco Bear Story, di Gabriel Osorio, firmato Punkrobot Animation Studio. Al centro del cortometraggio c’è un orso solitario che, grazie a un diorama meccanico, ripercorre la propria vita. Un forte messaggio politico quello sotteso alla storia dell’orso, che utilizza la metafora del maltrattamento degli animali per raccontare gli orrori della dittatura.

 

 

942cbec4-a54a-486f-b5dc-0c07d2d43988

 

 

Troviamo poi An object at rest, prodotto dal California Institute of the Arts. Il regista, Seth Boyden, è infatti un giovane allievo della scuola, un istituto dedicato alle arti visive fondato da Walt Disney. Protagonista del corto è un sasso, la cui storia di milioni di anni ci viene raccontata in cinque minuti.

 

Un altro candidato è il canadese Cordell Baker, che con il suo If I was God propone un’animazione 3D che si avvale di tecniche come la stop motion. Il titolo si riferisce ai sogni di un ragazzino di 12 anni che immagina cosa potrebbe fare se solo avesse i poteri di Dio.

 

879b95e5-c5c5-4e34-88a7-c68b98032661

 

 

Prologue, di Richard Williams, ci porta indietro alla Guerra del Peloponneso, in una battaglia fra ateniesi e spartani. Il regista, 83 anni di cui 60 di esperienza, ha già ottenuto importanti riconoscimenti per le animazioni di Chi ha incastrato Roger Rabbit e altre pellicole.

 

Love in the time of march madness, invece, nasce dalla collaborazione, tutta a distanza, fra una regista di documentari e un collega proprietario di uno studio di animazione. Il corto racconta la storia di una studentessa alta ben 1.93: la sua altezza, se la favorisce nello sport, rappresenta un forte ostacolo nelle relazioni sociali. Tratto dall’autobiografia della regista, Melissa Johnson, il corto si avvale di effetti pittorici ad olio e inchiostro.

 

300e63df-08f1-4f9f-9ac5-7b213585a4c0

 

Claude Cloutier dirige Carface (Autos Portraits), un musical incentrato su un gruppo di auto d’epoca antropomorfe. Colonna sonora del corto è la celebre canzone “Que sera, sera”, ottimo per accompagnare non solo il racconto sulla sorte di queste automobili, ma anche gli effetti dannosi sull’ambiente dovuti all’industria delle auto.

 

My home, diretto da Phuong Mai Nguyen, artista vietnamita che si è formata in Francia, ha per protagonista il piccolo Hugo. Bambino di sei anni che vive con la madre e il compagno di lei, Hugo deve riuscire a superare la diffidenza verso questo nuovo compagno la cui testa è quella di un uccello.

 

1cd4501d-95cd-48f1-a5db-43996316ef3b

 

 

We can’t live without cosmos, cortometraggio russo, è una storia di amicizia fra due aspiranti astronauti che vogliono realizzare il loro sogno. Disegnato in 2D, il corto è incentrato sull’importanza dell’amicizia e sul suo non conoscere confini, nemmeno spaziali.

 

World of tomorrow, diretto dall’animatore indipendente Don Hertzfelt, è caratterizzato dalle figurine stilizzate che hanno reso famoso l’autore, questa volta però con l’aiuto del digitale. Emily è una bambina di 6 anni che viene catapultata avanti nel tempo, poco prima che la Terra venga distrutta.

 

Chi di loro vincerà? Lo sapremo fra qualche mese!

 

 

 

Di Francesca Perozziello

Fonte: NientePopcorn

 

 

 

Leggi anche:

Censors – Il web movie ispirato agli anime
9fd59b67-b12f-4bbe-9be2-f0d7d4c8acb1

Heart of the sea – Le origini di Moby Dick
4be2a5df-f43c-46e1-83ba-c1db424b06e2

Alien: Ridley Scott annuncia altri prequel
333ffb0d-be17-403f-8cad-71717f33fa66

I Flop del 2015
4b32cde8-91c7-4550-9930-d3625ec018d9

The Lady in the Van
2BF430BC00000578-0-image-a-238_1441323313262

Il film su Freddie Mercury

3ee4c8f4-2ae4-4e55-b980-74cf21afe4b8

Il sapore del successo
733fc3b5-662e-436a-b7c9-9fb9e9dcc199

Il professor Cenerentolo
12273001_10208252071282732_77342554_n

Star Wars: il risveglio della forza

0f72b588-0bf6-4163-9ef6-fc1aa8cd2677

 

 

03 Dic 15

Chiudi